SORROWNIGHT – UNKNOWN PRESENCE (Pubblicazione primavera 2019)


Recensione di: Marko Jakob
tradotto da: Federica Sciamanna

L’attesissimo album di debutto della rock band di Erfurt Sorrownight è ai blocchi di partenza, in attesa della release date ufficiale!


Al mio rientro da un weekend di vacanza in Finlandia ho trovato „Unknown Presence“, l’album di debutto dei Sorrownight, nella mia posta.

Ovviamente ho subito messo il disco in play e mi è sembrato di ascoltare il sound di una band scandinava – atmosfere gothic, dark rock e melancolia, ma anche riff di chitarra affilati come lame che portano chi ascolta a fare headbanging, come per esempio nel brano intitolato ‚Unveil‘.
È un buon mix di canzoni lente ma anche veloci e ritmate, e sono sicuro che la fanbase della band crescerà velocemente, visto che ‚Unknown Presence‘ passa attraverso un’ampia gamma di stili.
Il sound principale, dato da parti strumentali molto ruvide, è in contrasto con il precedente EP della band “Hellish Sacrifice”, che era caratterizzato principalmente da influenze Doom e Metal.
Sarebbe stato bello avere questo disco con me in Finlandia, sarebbe stato la perfetta colonna sonora per l’aftershow party del concerto di Rain Diary, SadDoLLs e Lord Of The Lost.
Seguo i Sorrownight ormai da qualche anno e sono davvero senza parole riguardo a quello che Veri Jumala e la sua band hanno creato. Inoltre, la voce di Veri ha acquisito più volume e versatilità, come si puó evincere da brani cantati su note molto gravi come ,Sapphire Eyes‘. ‚Diamond Shadows‘ riporta l’ascoltqtore agli HIM di un tempo – la melancolia, il suono nordico perfettamente trasportato ai giorni nostri – senza che i Sorrownight perdano la loro personalità.
‚Buried Forever‘ sarà con buona probabilità una delle hit per i concerti live – è veloce, diretta ed ha un ottimo ritornello.
Avete presente quella sensazione di quando ascolti un album e vuoi rimetterlo subito in play tante e tante volte? Beh, il loro disco mi fa questo effetto!
Durante l’ascolto ho sperimentato una variegata gamma di emozioni, dai brividi alla malinconia fino al coinvolgimento totale nel ritmo, non manca nulla.
È davvero difficile prediligere una canzone in particolare, l’album non ha punti deboli o noiosi.
È quasi arrivato il momento della release per questo album totalmente autoprodotto e presto i fan potranno godere dei favolosi concerti live dei Sorrownight. La data esatta non è ancora fissata ma l’uscita è programmata per la primavera del 2019.

Tracklist ‚Unknown Presence‘

01. Frozen Veins (Intro)
02. A Story Of A Forlorn Love
03. Darkest Dawn
04. Unveil
05. Sapphire Eyes
06. Echo Melancholia
07. Buried Forever
08. Diamond Shadows
09. In Your Arms
10. Paralyzed
11. Abstract Beauty
12. Solstice (Outro)

Facebook:    Sorrownight

Website:      Sorrownight

Amazon:      Sorrownight